fbpx

La quinta edizione del Premio Beato Pino Puglisi | Il Globo

Emma Luxardo | Il Globo

L’evento organizzato dall’Associazione Jus Vitae insieme alla Federazione Calabresi del SA

La quinta edizione del Premio Beato Pino Puglisi

ADELAIDE Sabato 3 novembre, presso la sede della Casa d’Abruzzo e del Molise Club a Prospect, si a tenuta la quinta edizione del Premio Beato Padre Pino Puglisi nel Mondo, organizzato dall’Associazione Jus Vitae Austra¬≠lia e dalla Federazione Calabresi del South Australia. II presidente dell’associazione, Martino Princi, per l’occasione, ha vestito i panni di maestro di cerimonia e ha inaugurato la giornata con un discorso di benvenuto, durante it quale ha ringraziato agli altri membri del comitato: Santa Cirillo, Angela Casarin, Armando Cirillo, Sam Contarino e la moglie Rosemary, Rita Bianca e Nicola Colangelo.

Tutti i componenti si rendono sempre disponibili e operano in modo attivo per il bene dell’Associazione Jus Vitae Australia con lo scopo di aiutare i bambini pia bisognosi, in Italia e nel mondo, nel solco dell’opera di Padre Pino Puglisi. Il beato ha dedicato infatti la propria vita all”infanzia rubata’, tanto da arrivare a sacrificarsi; more a Palermo nel 1993 per mano della mafia.

Alla serata erano presenti oltre 250 ospiti, tra cui i rappresentanti di diverse associazioni, sia religiose che laiche, anche provenienti da lontano, come il presidente del Circolo Padovani nel Mondo di Melbourne con una delegazione di oltre 30 persone.

A ricevere it premio, quest’anno, sono stati Mario Romaldi, Bill Galipo, Antonio Cocchiaro, Antonietta Cocchiaro, Franco Salzano e George Belperio a cui e stata consegnata una stampa (dipinta dal maestro Made e raffigurante Padre Puglisi) a titolo di riconoscimento per il costante impegno e sostegno all’intera comunita, nella consapevolezza di voler condividere con gli altri ii bene che la vita ha loro riservato.

Presente alla serata anche Sara Potenza, in rappresentanza della console Roberta Ronzitti, che proprio a suo nome ha voluto porgere le congratulazioni a “coloro che si sono distinti, ognuno nel proprio settore professionale, con onesta e scelte di vita coraggiose, promuovendo positivamente l’impegno sociale”.

Non sono potuti mancare il presidente del Com.It.Es. Christian Verdicchio, e Grace Portolesi, it presidente del Consiglio legislativo del South Australia Andrew McLachlan in rappresentanza del premier Steven Marshall, accompagnato dal suo capo gabinetto Zachariah Reveruzzi, che ha voluto sottolineare la sua ammirazione per le iniziative di Jus Vitae Australia a sostegno dei meno fortunati.

Tra coloro che non sono riusciti a prendere parte all’evento, Don Antonio Garau, della Parrocchia palermitana San Paolo, che tanto ha contribuito, con il suo supporto e consiglio, alla nascita dell’Associazione in Australia nel 2013. Padre Garau ha comunque voluto essere vicino a tutti i presenti con una lettera dove mette in risalto quella che e la missione del Premio, ovvero “…vivere i valori del Vangelo, che sono scritti nel cuore di ogni uomo, credente o ateo”.

Anche it senatore Francesco Giacobbe ha fatto giungere da Roma i suoi saluti ed encomi per l’iniziativa, ricordando che quest’anno a “il venticinquesimo anno da quando la mano vile della mafia spezzo la vita di Don Pino Puglisi” che “non riusci, pero, a ucciderne la testimonianza di vita e di azione che, come un seme, ha poi germogliato nel cuore e nell’impegno di tanti palermitani onesti, di tanti giovani che lo hanno conosciuto e con lui hanno imparato a camminare a testa alta, dei tanti che amano la liberty e non accettano it giogo disumano dell’oppressione criminale”.

La serata a stata allietata dalla musica della band Godfather che ha portato sulla pista da ballo la maggior parte dei presenti, da un’eccezionale improvvisazione di `0 Sole Mio eseguita da cantanti lirici Mario Bellanova e dalla moglie Gisele Blanchard, e in chiusura, dal suono antico della lira del poliedrico Simone Marino, musicista e docente presso UniSA.

A conclusione della serata, oltre all’allestimento di una ricca tombola, it comitato ha dichiarato che tutti i proventi della serata verranno devoluti a favore di trenta bambini provenienti da famiglie indigenti.